ENCUENTRO ESPAÑA 2019

CLUB AMICI DELLE TOPOLINO BERGAMO ☆ HUESCA CLUB VEHICULOS HISTORICOS

Il 28 agosto 2019 è iniziata un’avventura a bordo delle nostre Topolino che si preannunciava speciale per ognuno di noi! A Bergamo a salutare la partenza della carovana di 20 Topolino che si erano ritrovate allo stadio, c’era anche l’Assessore Poli che ha consegnato un gagliardetto con i colori della nostra città da portare in Spagna. E’ iniziata cosi questa prima parte di viaggio che ci ha portato a Genova attraverso un lungo e panoramico tragitto che ci ha fatto apprezzare la bellezza della Val Trebbia, anche se percorsa sotto una leggera ma insistente pioggia, prima di raggiungere la Liguria e la città della Lanterna che ci avrebbe ospitato per la notte. Il giorno seguente ci siamo imbarcati per Barcellona tra la curiosità di tutti i passeggeri che salivano sulla nave per Barcellona che si domandavano dove andassero quei “folli” a bordo di auto così…anziane! Allo sbarco a Barcellona siamo stati accolti dall’amico Claudio, di origine italiana ma residente da tantissimi anni in Spagna. Era lì in rappresentanza del Huesca Club vehiculos historicos con il quale era previsto un gemellaggio da sancire nei prossimi giorni. La giornata è trascorsa a bordo delle nostre Topolino seguendo Claudio che ci ha condotto attraverso strade secondarie in un suggestivo percorso di più di 300km tra la Catalogna e l’Aragona per arrivare la sera a Saragozza dove abbiamo alloggiato sulla plaza del Pilar, una delle più suggestive piazze spagnole molto amata dal popolo iberico perchè prende il nome dalla Virgen del Pilar alla quale tutti sono molto devoti e a cui è dedicata la Basilica che domina la piazza. 

La mattina seguente le nostre Topolino erano esposte ordinatamente sulla grande piazza tra una moltitudine di turisti e fedeli che si aggiravano e si soffermavano ammirati a guardare quei pezzi da museo. Ad accoglierci il Console Italiano, il Vicesindaco di Saragozza e un Assessore comunale che si sono divertiti per qualche ora a salire a bordo delle Topolino, a farsi fotografare, a interrogarci sulla storia e le caratteristiche tecniche dei nostri gioielli. E’ arrivata anche la TV per interviste e riprese e un paio di giornalisti dei giornali locali interessati alla nostra impresa. Le autorità ci hanno accompagnato per tutta la giornata a scoprire alcune bellezze della città e ci hanno aperto anche l’ossario militare dove sono sepolti tutti gli italiani morti nella Guerra civile spagnola e noi abbiamo deposto una corona di alloro e fatto una piccola cerimonia con i nostri soci Alpini che facevano da picchetto mentre la tromba di Giacomo suonava il Silenzio.

Il terzo giorno in Spagna è incentrato sulla città del nostro Club gemellato, Huesca. Una cittadina di 60.000 abitanti che ci accoglie con calore e passione quando arriviamo a plaza Navarra nel cuore della città. Gli amici spagnoli ci guidano a conoscere Huesca e le Topolino sono letteralmente assalite dai turisti e dai cittadini incuriositi. Una troupe televisiva filma e intervista. Le autorità comunali ci accolgono nel salone del Casinò municipale e ci premiano con una elegante cerimonia e noi consegnamo loro il gagliardetto del nostro Club e quello della città di Bergamo. Il gemellaggio con il Huesca Club vehiculos Historicos presieduto dal dott. Alberto Altemir è sancito ufficialmente durante il pranzo che ha accomunato bergamaschi e spagnoli in una bella festa con le auto storiche al centro dell’attenzione.

Il giorno dopo, partiti all’alba abbiamo visitato lo stabilimento “Baxter” fondata dal nostro segretario organizzativo ing. Enrico Ruggeri ed è stato bello accorgersi che gode della stima sincera di tutti in quei luoghi, la stessa stima che si è guadagnato nel nostro ambiente per la sua serietà e dedizione alla causa del nostro Club. Da qui procedendo verso i Pirenei, a pochi km dal confine francese, siamo stati ospiti della fortezza militare di Jaca dove il Colonnello reggente ci ha guidato a conoscere la storia di questo meraviglioso luogo e, successivamente la imponente basilica gotica nel piccolo borgo cittadino. Al ritorno verso Huesca i nostri amici spagnoli ci hanno condotto per un percorso mozzafiato in un territorio montano da favola.

La visita al borgo millenario considerato tra i 5 borghi piu belli di Spagna, Alquèzar, ha riempito la giornata successiva. Il Presidente Alberto Altemir ci ha guidato con il suo gruppo di auto storiche di Huesca su un bellissimo percorso tra estese campagne e catene montuose, a bordo della sua Mini minor gialla. Alquèzar ci ha accolto come il set di un film! Un borgo medioevale tanto bello da sembrare finto!! Con i suoi monti intorno, la antichissima basilica a dominare sul colle, i caratteristici negozietti nelle strette calli e il parroco del paese, personaggio singolare, dall’aspetto rude da contadino ma dalla simpatia innata che traspariva da ogni sua parola. Ci ha guidato alla scoperta di questo gioiello e ha pranzato con noi dedicandoci un brindisi con canti locali. Salutato don Josè siamo passati per una degustazione nella più antica azienda vinicola della sierra Guara ed abbiamo degustato vini locali prima di goderci il tramonto sulla campagna aragonese.

Il giorno dopo il viaggio prevedeva la visita al castello di Loarre un esempio di romanico civile che rappresentava una fortezza impenetrabile. Quando le Topolino erano ben allineate all’ingresso del maniero la troupe di TV Aragon è arrivata per filmati ed interviste che sarebbero state utilizzate per un programma tv in onda il giorno successivo. La sera siamo stati ospiti nella sede del Huesca Club dove abbiamo cenato con gli amici spagnoli e dove ci siamo scambiati premi e doni con il Presidente Alberto Altemir a fare gli onori di casa insieme alla nostra guida Claudio, amico italiano che vive a Huesca.

Il mattino dopo abbiamo lasciato l’Aragona per raggiungere Monserrat in Catalogna, a pochi km da Barcellona, dopo un viaggio di piu di 200 km. Qui abbiamo visitato il monastero, imponente costruzione tra le alte montagne. La sera abbiamo dato vita alle nostre Premiazioni “speciali” che hanno riguardato i partecipanti al raduno che si sono distinti per delle situazioni particolari e divertenti,. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un ricordo della loro avventura spagnola e si sono divertiti ad assistere alle scherzose presentazioni preparate dagli organizzatori.

Dopo la notte a Monserrat ci siamo trasferiti a Barcellona dove abbiamo imbarcato tutte le nostre Topolino per rientrare in Italia. La mattina dopo, lasciata Genova ci siamo inoltrati in val Trebbia e dopo una gustosa sosta pranzo in un agriturismo di Bobbio, abbiamo ripreso la strada di casa dove la sera ognuno di noi ha potuto riporre in garage la propria Topolino tornata in ottime condizioni anche dopo un viaggio tanto lungo ed impegnativo.

Questo viaggio, che a noi piace chiamare “avventura spagnola in Topolino”, ha lasciato un ricordo incancellabile di tanti momenti emozionanti fatti di strada percorsa a passo lento con il piacere di godere di ogni tratto di panorama di campagna, di mare, di montagna che scorreva dai finestrini. Ha accresciuto il nostro spirito di squadra che si è palesato ogni volta che qualcuno aveva un problema tecnico e tutti erano pronti ad aiutarlo e questo ha dimostrato che in ognuno di noi prevale questo piacere di essere Amici delle Topolino, con le Topolino e con chi ama le Topolino. Chi ha partecipato ha avuto la sensazione di trascorrere  una vacanza con una grande famiglia riunita partecipe ed entusiasta per ogni momento vissuto insieme. Siamo tornati a casa tutti felici di aver vissuto questa esperienza che resterà indimenticabile ed avrà sempre una posizione di rilievo nell’Album dei nostri ricordi in Topolino!

000
000

17 (3)
17 (3)

9 (6)
9 (6)

000
000

1/108